Mettersi in discussione per la qualità, sempre

vendemmia prosecco asolo docg

 

E’ giunto il momento, ancora una volta, di mettersi in discussione. Questa volta è il caso della prima parte della lavorazione della Glera. Stiamo riconsiderando l’importanza del periodo che va dal taglio del grappolo fino al carico della pressa. Oramai lo sapete che il nostro obiettivo è quello di aumentare la qualità dei nostri Asolo Prosecco.
Inizialmente la nostra attenzione si è concentrata sul carico della pressa che in questo momento avviene tramite pompa volumetrica, per eliminare quel passaggio ed evitare rotture del raspo che potrebbe cedere al mosto sostanze sgradevoli, l’alternativa è scaricare con bins o cassette direttamente in pressa.
Lavorare con i bins potrebbe essere per noi una valida alternativa al trasporto con rimorchio, sicuramente più onerosa e lenta ma senza dubbio qualitativamente superiore.
Ovviamente ogni cambiamento comporta spese e in questo caso anche lo studio di una logistica diversa rispetto agli anni precedenti.
Questi i passaggi obbligatori
1-  acquisto Bins, almeno 30/35
2- acquisto rimorchio adatto al trasporto, senza grosse pretese potremo comperare un usato, avendo distanze importanti dalle vigne alla cantina avremo bisogno di un rimorchio che sia in grado di trasportare almeno 20 cassoni e ci permetta di gestire al meglio il lavoro in vigna senza pause
3-  acquisto ribalta bins
4- studio e acquisto struttura ad imbuto che permetta di caricare la pressa direttamente dalla porta

Un’idea che inizialmente sembrava di facile gestione (anche economica) si è rivelata invece molto, molto onerosa. Stiamo parlando di circa 25.000€ (sigh)
Faremo come sempre un passo alla volta per non esagerare con le spese, partiremo dal ribalta-bins e probabilmente la struttura di scarico uve, in un prossimo futuro penseremo a rimorchio e bins nuovi.

Oramai l’età avanza e non possiamo più permetterci di scaricare centinaia di quintali d’uva in questo modo 🙂

 

Lascia un commento