Le origini del carnevale di Venezia

Nessuno conosce in realtà le vere origini del Carnevale di Venezia.

Sappiamo tuttavia che questa festa iniziò nel Medioevo, probabilmente attorno al 1100.

E molto probabilmente il suo inizio è legato a tradizioni pagane, per la necessità di festeggiare la fine dell’inverno e l’inizio del duro lavoro che richiede la primavera.

Le stesse tradizioni trovano espressione nei rituali Giudeo Cristiani

La Pasqua Ebraica, per esempio, era una festa primaverile che probabilmente trova le sue radici nella celebrazione pagana della primavera.

La Pasqua Cristiana segue la stessa tradizione: L’ultima cena di Gesù, si crede, fosse un seder (=ordine) pasquale.

Il Carnevale finisce sempre il Martedì Grasso, che precede il Mercoledì delle Ceneri e quindi l’inizio della Quaresima.

Per i Cristiani, la Quaresima è un periodo di penitenza, un periodo in cui molti Cristiani devoti digiunano, e nel caso specifico dei Cristiani praticanti, si smette di consumare carne.

Per questo motivo, molti credono che il nome Carnevale derivi, o sia un’influenza derivante dal latino “Carnem levare”, letteralmente togliere carne, anche se non abbiamo tutt’ora delle prove che confermino questa teoria, anche se è molto probabile.

Il fatto che molti Cristiani smettano di mangiare carne durante la Quaresima, proprio il giorno dopo la conclusione del Carnevale, è probabilmente ciò che ha dato vita a questa espressione, “Mardi gras” in francese, Martedì Grasso in Italiano, o fat Tuesday in inglese.

Molti credono che la parola Grasso si riferisca al nostro grasso (come risultato del consumo). Infatti, nella parlata Rinascimentale, i giorni di festa, quando il consumo di carne è concesso, venivano chiamati “grassi”, mentre giorni di digiuno venivano detti “magri”. (Nel libro di cucina “Libro de Arte Coquinaria” che risale al 1450 circa, il Maestro Martino da Como ha inserito ricette “grasse” e “magre”; queste ultime sono ricette per la maggior parte vegetariane mascherati da piatti di carne)

Anche se lontanamente collegato, il “Mardi Gras” di New Orleans trova le sue radici in questa tradizione

E’ importante ricordare che durante il Medioevo e il Rinascimento, quando il Carnevale divenne una festa sancita a Venezia, i Cattolici avevano delle regole sulla dieta molto rigide rispetto ai giorni dell’anno in cui era permesso o meno il consumo di carne. La maggior parte degli studiosi tuttavia sostengono che il Carnevale era originariamente concepito come celebrazione dei piaceri e dell’eccesso, prima che la Quaresima richiamasse all’astinenza.

E’ anche importante ricordare che Venezia, storicamente, era largamente conosciuta come una città di piaceri ed eccessi. Prima che il Carnevale fosse accettato come festa ufficiale dai Patriarchi di Venezia, la città lagunare era la capitale europea della prostituzione e del gioco d’azzardo – praticamente la Las Vegas dei nostri giorni

Con questo bene in mente, non è difficile trovare affinità e quindi una discendenza diretta con il “Mardi Gras” di New Orleans, con le origini del Carnevale.

In realtà non sapremo probabilmente mai le vere origini del Carnevale o quelle del suo nome, ma questo fa sicuramente parte dell’alone di mistero che lo rende così affascinante.

Jeremy Parzen

Tags:

Lascia un commento