Australia e l’Unione Europea stanno negoziando un nuovo patto economico, la questione Prosecco Australiano potrebbe entrare nel tavolo

Prosecco Italiano vs Prosecco Australiano

L’Australia è uno dei mercati più grandi per consumo di Prosecco nel mondo. Ma è allo stesso tempo anche uno dei paesi produttori di Prosecco. E dal momento in cui non è soggetto alle leggi dell’Unione Europea che definiscono la produzione di vino e la sua etichettatura, molti coltivatori e imbottigliatori producono un vino che possono liberamente chiamare “Prosecco”.

La questione potrebbe cambiare ora che il Paese è entrato in una nuova fase di negoziazione con l’Unione Europea.

La scorsa settimana il Brisbane Times ha pubblicato un articolo intitolato “Bollicine e difficoltà per i produttori di Prosecco in Australia”.

Qui il link

L’autrice Alison Brown scrive:

“Matthew Rimmer, professore di Diritto d’innovazione e proprietà intellettuale presso la Queensland University of Technology”, sostiene che il Prosecco,  sarà un test importante per le ‘indicazioni geografiche’, dette anche GIs, per cibo e vino come da proposta del nuovo accordo di Free Trade Agreement tra Australia e Unione Europea”

Il Paese “ha stabilito una protezione speciale per lo Champagne e altri vini europei in passato. Ma con il passaggio dal nome della varietà di uva a una posizione geografica specifica – il futuro del nome Prosecco sulle etichette di vino Australiano è piuttosto incerta.”

“L’Italia ha indicato il volere di indicare la posizione geografica per il Prosecco, durante una negoziazione Australia-EU” ha detto il professor Rimmer

E ancora, citando il professor Rimmer, Brown riporta:

“Quello che c’è di controverso riguardo al Prosecco è che è stato uno sviluppo in termini di uso di una posizione geografica piuttosto recente – prima che questo succedesse, era il nome di una varietà di uva.”

“Ecco, i produttori Australiani sono molto turbati. Lo vedono come un inganno; un tentativo commerciale di recuperare e di monopolizzare un nome molto comune”.

I produttori veneti di Prosecco si lamentano da anni riguardo alla confusione nel mercato che il Prosecco Australiano ha creato per loro, per anni. Ma non c’era niente che potesse essere fatto in merito

Ora che l’etichettatura del Prosecco è sul tavolo di negoziazione, le cose potrebbero cambiare. Seguiremo questa storia attentamente e posteremo aggiornamenti sul nostro blog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.