Categoria: Bele Casel

Filtrazione del prosecco

Asolo prosecco DOCG Superiore

Concluso l impegnativo periodo natalizio io e mio padre iniziamo a dividerci i lavori. Io mi occupo delle potature e mio padre comincia la filtrazione del Prosecco base spumante. Proprio oggi i primi due serbatoi sono stati filtrati .

filtro alluvionaggioA cosa serve questa operazione? Guardate bene la foto, il bicchiere di sinistra è leggermente velato ciò sta a significare che all’ interno di quel vino sono presenti batteri, lieviti e altre impurità fisiche e parti della feccia in sospensione.

Lasciare il prosecco a contatto con la feccia ha due risvolti, se da un lato aiuta ad aumentare la struttura e la complessità del vino dall’altro può indurre l’avvio della malolattica assolutamente indesiderata in vini che devono mantenere una freschezza e un’acidità sostenute.filtrina

Noi per scelta non usiamo chiarificanti come bentoniti , caseine ecc ecc, e la filtrazione è l’unico modo per togliere parte delle impurità al vino. Con la filtrazione il vino torbido passa attraverso la filtrina che trattiene le particele in sospensione e illimpidisce il vino.

Non solo Asolo Prosecco docg superiore

1_AsoloOggi volevo parlarvi di Asolo.

Uno splendido borgo che domina gran parte delle colline della pedemontana trevigiana, lo stesso Giosuè Carducci  definì Asolo la “città dai cento orizzonti”. Borgo che ha ospitato la corte della regina Cornaro (regina di Cipro) esiliata dal suo paese.

Vi assicuro che Asolo trasuda storia da tutti i pori, camminando per le strette viuzze capirete voi stessi , tutti li si conoscono e si danno del tu ,rari sono i negozi moderni, sembra di tornare in dietro nel tempo,  i bar che frequentava probabilmente la generazione dei miei nonni sono rimasti intatti come 60 ani fa,  le piastrelle marron tutte scheggiate che sono state calpestate da migliaia tra residenti e turisti, i soffitti di quasiasi locale fatti di legno e illuminati da fioche luci.

Quello che più colpisce di Asolo come vi dicevo è la storia. Nata nell’età del bronzo, cresciuta sotto l’impero romano. Diventò il municipium delle pianure sottostanti. Nel XII secolo venne costruita quella che ancor’oggi sovrasta tutto il territorio trevigiano, la rocca. Le mura degli edifici hanno visto passare di li la serenissima, l’imperatore assimilano, Napoleone, diventò parte del regno lombardo-veneto, ospitò intellettuali del calibro di

Passò la prima guerra mondiale a poca distanza dal fronte e nella seconda ospitò gli uffici della repubblica di Salò.

Se mai la vostra curiosità vi porterà da queste parti sarò lieto di farvi visitare queste magnifiche zone solo dopo avervi fatto bere un Asolo Prosecco DOCG superiore .

It is not only about Asolo Prosecco

1_AsoloToday I want to tell you about Asolo, the town.

It is a wonderful village overlooking a vast section of the Treviso foothills. The famous poet Giosuè Carducci described Asolo as “the town with one thousand horizons”. Our town also gave hospitality to Queen Catherine Cornaro of Cyprus, after she was exiled from her island Country.

One thing is sure: Asolo perspires history from every pore; if you walk its narrow streets you can actually feel it yourself. Here everybody knows and address each other in the familiar form “tu”; modern shops are rare and it might feel as if you have traveled back in time; the coffee shops frequented by my grandfather’s generation are still the same as 60 years ago, with their chipped brown tiles worn out by thousands of residents and tourists and their softly lit wooden ceilings.

Indeed, most evident in Asolo, is its history. Founded in the Bronze Age and growing under the Roman Empire, it became the capital of the region comprising the surrounding plains. “La rocca” (fortress), built in the twelfth century, still stands today and dominates the entire Treviso territory. Its walls have witnessed the passing of the Serenissima (the mighty Venetian Republic), of Emperor Maximilian I of Habsburg and of Napoleon, eventually becoming part of the Lombard-Venetian Kingdom.  The main front of WWI was nearby and, during WWII, the temporary Salò Republic had offices in Asolo.      Through the centuries the town was home to many notables and intellectuals, including:

Should your travels or curiosity bring you around this area, I will be delighted to be your guide. But only after you had the opportunity to taste and enjoy our Asolo Prosecco DOCG superiore.

Tanti auguri

natale Natale è ormai alle porte e tutti si affrettano a scambiarsi gli auguri auspicando che il nuovo anno sia sempre migliore del precedente. Anche per me è un piacere ripetere ogni anno  questo rituale  ma mi sento prima di tutto in dovere di rivolgere i miei auguri e soprattutto ringraziamenti all uomo con cui sto vivendo questa esperienza entusiasmante chiamata Bele Casel.  Quest’ uomo è mio padre.  Mio padre che tanta devozione ha per il suo vino e tanto tempo spende in cantina alla continua ricerca  di ottenere il massimo e di trasmettere tutta la sua passione e conoscenza  attraverso i nostri vini.
Sono un figlio fortunato perchè nonostante i suoi 56 anni di cui gran parte spesi in questo lavoro con tanto sacrificio, si sente ancora bambino e riesce a dedicare le sue giornaliere dieci ore in cantina, festivi compresi , con lo stesso entusiasmo che aveva  agli albori.
Se durante le feste vi capitasse di  brindare con un prosecco  “Bele Casel” ricordatevi di questo articolo e sappiate che dentro a quel bicchiere c’è un pezzo dell’anima di mio papà!

Bele  Casel ringrazia e augura a tutti un sereno Natale e felice anno nuovo!
Danilo
Luca
Antonella
Paola
Giuliana

La forza dei social network

Qualche giorno fa su twitter  oliviaemarino chiedevano se qualcuno gli  potesse suggerire  degli itinerari per la loro imminente visita in quel di  Treviso per poi scriverene un articolo . Io, che amo molto la mia terra, i miei colli e la ridente cittadina di Asolo non ho resistito al richiamo di questo invito  e ho scritto nel loro blog indicando quello che secondo me “doveva” essere visitato. Così questa mattina con mia grande gioia Pietro e Silvia sono venuti a visitare la nostra Azienda, fotografando , filmando e chiedendomi,  con la sana curiosità, alcune informazioni riguardanti il nostro lavoro.  Abbiamo assaggiato assieme la base del Prosecco spumante accompagnati dalle sfoglie croccanti alle olive di oliviaemarino. Non riesco ad esprimere  la mia felicità nell’aver visto questi due  giovani intraprendenti così interessati verso la storia dei nostri vini e del nostro territorio.  Questa è la forza dei social network in cui noi crediamo molto e che permette alla Bele Casel di conoscere e farsi conoscere!

Twitter

Flickr

Facebook: Bele Casel , Luca Ferraro

The power of social networks

A few days ago, on twitter, oliviaemarino had been asking for suggestions about an itinerary for their upcoming visit to the Treviso region and the piece they intended to write about it.

Since I love my land, my hills and the pleasant town of Asolo, I could not resist such a lure and I wrote on their blog, pointing out the places in the area that, in my opinion, were absolute “musts”.

And so it happened: this morning, to my great delight, Pietro and Silvia came to visit our Firm, taking photos, filming videos and inquiring with healthy curiosity about our work here.

Together we tasted the Prosecco Sparkling Wine base, pairing it with Oliviaemarino’s crackling and olive-laden puff pastries.

I feel inadequate to convey my happiness at meeting these two young enterprising people, who are so interested in the history of out wines and of our region.

This is a valid example of the powers of the social networks, in which we so strongly believe and that allow Bele Casel to know and be known.

Facebook: Bele Casel , Luca Ferraro

Twitter

Flickr

Perchè i giornalisti si dimenticano della DOCG Asolo?

Con questo mio scritto non voglio fare della polemica , voglio esprimere solo il mio rammarico nell’aver letto per l’ennesima volta un articolo dedicato alle bollicine italiane dove si menziona , per quanto riguarda il Prosecco, unicamente la zona di Conegliano e Valdobbiadene, tralasciando un “piccolo” particolare, che tanto piccolo non è visto che è parte della storia del Prosecco, la zona del Montello e dei Colli Asolani.

Dal momento che non lo fa nessuno lo ricordo io , ci siamo anche noi produttori del Prosecco DOCG Asolo superiore, ultima delle 3 zone storiche del Prosecco che nulla ha da invidiare ai cugini più famosi.

Mi rendo conto di combattere contro i mulini a vento ma mi piacerebbe per il futuro avere informazioni complete e non rodermi per omissioni giornalistiche.

Luca

Primi travasi del prosecco docg

Prosecco DOCG bicchiereContinua il lavoro in cantina, si assaggiano tutti i prosecchi, cercando di memorizzare ogni piccolo cambiamento.Ecco come si presentava il Prosecco subito dopo la fine della fermentazione

Due giorni fa uno dei serbatoi cominciava ad avere qualche sentore di riduzione, di feccia. Questo è il momento giusto per  cominciare i travasi. In questo caso non lavoreremo in ambiente inerte, c’è bisogno di una piccola dose di ossigeno, senza esagerare. La prima parte del serbatoio viene riempito per caduta, la seconda con l’aiuto di una pompa.

Ieri, dopo aver travasato l’ultimo serbatoio, abbiamo assaggiato uno dopo l’altro tutti i vini in religioso silenzio, alla fine della degustazione non sono servite molte parole, è bastato un semplice sguardo per far trasparire tutta la nostra soddisfazione. Ricorderemo quest’anno non solo per la DOCG Asolo ma anche per l’ottima qualità dei vini.

First decanting

Work in the cellar continues. We assayed all Proseccos, trying very hard to memorize each minute variation. This (here) is how Prosecco looked like at the end of the fermentation process.

Two days ago one of the tanks started exuding some redolence of thickening and dregs.  This is the perfect time to begin the decanting. This once we will not work in an inert environment:  without overdoing it, small amounts of oxygen are required.  The first part of the container will be gravity-filled, while the remainder will be done with the help of a pump.

Yesterday, after decanting the last of the tanks, we once more assayed each wine; one after the other, in religious silence. At the end of the tasting no words were necessary.  A mutual exchange of approving glances was all we needed to express our gratification. We will remember this year not only because of the Asolo DOCG, but also because of the exceptional quality of the wines.



E il merlot?

Mentre i Prosecchi sostano sulle fecce nobili e attendono di essere filtrati noi cominciamo a pensare al merlot 2009.

IMG_0585

IMG_0594

Due giorni fa abbiamo lavato la botte numero 3 molto accuratamente, entrando e controllando bene tutta la superficie interna che come vedete era ricoperta da tartrati, ieri abbiamo riempito la botte di acqua per verificare la perfetta tenuta delle doghe e oggi si travasa il merlot che ha concluso la fermentazione malolattica in acciaio.

IMG_0600

Li maturerà per 18/24 mesi, non vogliamo dargli delle regole, questo rosso è anarchico, fa quello che vuole. Lo assaggeremo più volte fino a che non avrà i requisiti per essere imbottigliato.

Merlot