And the winner is…….

giuria Domenica 14 marzo, festa grande. Compleanno della super nonna Corinna,  87 anni sulla carta ma almeno 10 di meno sullo spirito!  Riunita tutta la famiglia a pranzo, invitati zii e cugini. Quale migliore occasione per iniziare a scrutinare i vostri commenti sul  concorso del bindello ? Quasi trenta  diversi “scritti”, uno fuori concorso e tante, troppe indecisioni!

Consapevolissimo che il concorso chiude il giorno seguente ho già una mia preferenza ed estendo l’ invito di scelta a tutta la truppa, dieci giudici per trenta commenti.

Non vi nascondo che mi aspettavo una vittoria netta per il mio preferito ed invece non è stata così, incredibilmente ad ogni persona piaceva un commento diverso.

Ognuno quindi pone una croce sul preferito e consegna il verdetto al sottoscritto che ne fa tesoro e lo custodisce aspettando di vedere se anche oggi arrivano commenti…. e così è stato. Decreto pertanto la fine del concorso e visto che immagino siate tutti curiosi di sapere il verdetto  passerò al sodo.

Tre sono i commenti che hanno “lasciato il  segno” per rappresentare il nostro Prosecco Sur Lie:

1) Filippo Ronco

Potrei raccontarti questo vino a modo mio ma qualsiasi cosa dicessi sarebbe inevitabilmente autoreferenziale, credo. Ti chiedo solo di godermi in compagnia, tra amici veri, senza preoccuparti per quel colore un po’ opaco o per il fondo, che sono cose buone, volute, da me, da mio padre, dalla nostra terra. Luca.

Web: http://www.surlie.it
Twitter: http://twitter.com/belecasel

2) Roberto di Cromobox (per simpatia)

Ciao, io sono un Sur Lie.
vuoi vedermi il fondo?

3)Stefano Caffarri

Prosecco Colfòndo

Quello che cercavamo era l’integrità del nostro vino, attraverso cui si potesse raccontare l’anima della terra come la viviamo noi: senza parole. Siamo ritornati all’origine, alle viti, all’uva: poi nulla da togliere e nulla da aggiungere. I lieviti naturali intorbidiscono il vino, lo riempiono dei caratteri di quel preciso fazzoletto di terra, uguali solo a se stessi. Irripetibili.
Il deposito sul fondo della bottiglia è la testimonianza dell’integrità del vino: un condensato d’anima.
Per saperne di più: www.surlie.it

Visti il grande impegno e la vostra numerosa e gradita partecipazione, verranno premiati i primi tre classificati come segue:

terzo posto : (rullo di tamburi) sir Roberto di Cromobox che si aggiudica nr 1 bottiglia di Prosecco Sur Lie ritirabile comodamente presso lo stand Bele Casel @ Vinitaly ( pad. 7b stand M3)

secondo posto: ( sempre rullo di tamburi ) sir Filippo Ronco che si aggiudica nr 3 bottiglie di Prosecco Sur Lie sempre ritirabile come sopra.

primo posto: standing ovation per sir Stefano Caffarri detto amichevolmente “il vate” che si porta a casa nr 6 bozze de “proseccocòlfondo” in spedizione da Bele Casel cellar!

Vi ringraziamo di cuore per aver risposto con tanto entusiasmo e magari chi lo sa, alla prossima occasione!

Luca


Tags:

Autore: Bele Casel

Questo post non ha commenti

  1. roberto on 15 Marzo 2010 at 21:40 Rispondi

    grazie! un motivo in più per essere al vinitaly 😛

  2. Filippo Ronco on 15 Marzo 2010 at 22:51 Rispondi

    Commozione a casa Ronco.
    Passerò senz’altro a prendere il bottino 😉

    Fil.

  3. Stefano Bambi on 16 Marzo 2010 at 0:48 Rispondi

    COMPLIMENTI AL VINCITORE!
    Condivido pienamente la scelta!

  4. Paolo Carlo on 16 Marzo 2010 at 11:58 Rispondi

    E come si fa a competere con cotanta poesia ??

    Bravi tutti davvero, maq Stefano stacca di due o tre lunghezze !!

    Ciao
    P

  5. Stefano Caffarri on 16 Marzo 2010 at 12:09 Rispondi

    Sono molto orgoglioso di “Colfòndo”, la prima denominazione 2.0 della storia umana (e anche disumana).

  6. sandra on 16 Marzo 2010 at 13:33 Rispondi

    complimenti a tutti!
    Il Sur Lie deve essere buonissimo 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.