Produrre prosecco doc in area docg

Per un’azienda che produce prosecco nell’area docg è svilente produrre o declassare il prosecco a doc?

Questa è una domanda che ci frulla per la testa da mesi e a cui siamo riusciti a dare risposta solo pochi giorni fa parlando con alcuni dei nostri clienti.

La risposta è SI, noi produciamo anche un Prosecco doc Treviso , il brut metodo Martinotti per intenderci e stiamo pensando di farlo passare a docg utilizzando solo uva da vigne di collina. Crediamo molto in questa tipologia di prosecco più “asciutta” e beverina e siamo sempre stati convinti che la qualità alla lunga paghi.

Questo sarà per noi l’ultimo anno di produzione di doc treviso, la prossima vendemmia probabilmente venderemo l’uva di pianura per concentrarci solo su quella di collina che ci soddisfa di più.

I motivi della scelta si possono quindi riassumere in pochi punti.

  • Fare prosecco docg è qualificante
  • Fare tutti e quattro i nostri  prosecco docg è molto qualificante
  • Fare Prosecco docg porta in etichetta il nome del nostro amato territorio
  • Dopo più di 35 anni di esperienza possiamo dire senza paura di essere smentiti che mineralità, sapidità, struttura e profumi si esaltano in vigne collinari
  • Nei prossimi imbottigliamenti abbasseremo il residuo zuccherino da 10 gr x litro a 6 o 7 e questo ci costringerà ad usare solo le migliori uve.
  • Il Prosecco doc arriverà nel mercato a prezzi da “grandi magazzini” e noi non vogliamo e non possiamo permetterci di fare la guerra dei prezzi.  Dieci anni di crescita degli impianti di Prosecco  hanno portato a tutto questo.

 


Tags:

Autore: Bele Casel

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.