Il Prosecco della Bele Casel si ferma qui!

Negli ultimi anni siamo cresciuti sia qualitativamente che quantitativamente ed abbiamo alzato anche la salubrità dei nostri vini utilizzando in vinificazione dosi sempre minori di solfiti e non usando nessun altro prodotto enologico ma solo esperienza e passione, in vigna siamo passati da regime convenzionale a regime biologico.

Abbiamo puntato molto sull’ Asolo Prosecco docg e sul Colfondo ed oggi stiamo portando a casa i risultati.

Negli ultimi mesi abbiamo cominciato a vendere a Firenze, probabilmente presto lavoreremo su tutta la Toscana, e tutta l’Emilia Romagna. Sicilia, Lombardia e Lazio stanno aumentando le richieste. All’estero America, Inghilterra, Giappone ed Australia stanno richiedendo il nostro Prosecco.

Per la prima volta nella nostra vita un importatore norvegese vuole che il rimanente dell’annata 2010 del Colfondo sia a lui riservata.

Domenica scorsa abbiamo mangiato tutti assieme, e come ai vecchi tempi, abbiamo discusso di questa delicata situazione. Abbiamo deciso di non crescere più di così, ci fermiamo qui.

Illuminante per me è stato Stefano Caffarri commentando un nostro vecchio post con: “qual è il vostro obiettivo?

Beh, il nostro obiettivo è unicamente quello di produrre Prosecco di altissima qualità quindi abbiamo deciso di non incrementare il numero di bottiglie prodotte ma di investire tutto il possibile per farvi provare delle emozioni quando assaggerete i nostri vini.

Questo post ha 4 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.