Situazione in vigna, 18 agosto

Lunedì 18 agosto

Ieri complice una giornata passata in solitaria in sella alla mia amata Mountainbike, ho percorso i filari delle nostre vigne in lungo e in largo.

mountain bike veneto

Prima tappa: la vigna di Monfumo.

L’erba continua a crescere a causa del terreno umido. L’uva è gonfia come mai l’avevo vista, gonfia ma sana.

Prosecco:

prosecco grapes 2014 rain

Bianchetta:

bianchetta grapes veneto prosecco

Le foglie più fresche e giovani (femminelle) non sono totalmente bruciate come in altre vigne. Questo aiuterà ad avere una gradazione alcolica più alta e a portare a completa maturazione i grappoli.

valdobbiadene rain 2014

Non dovrei sbilanciarmi ma continuo ad aspettarmi grandi cose da questa vigna.

Seconda tappa: la vigna di Cornuda.

Uno sviluppo difforme è quello che caratterizza questa vigna. Piante meno vigorose hanno uva splendida. In quelle più vigorose che si trovano, guarda caso, dove ci sono più ristagni idrici, l’uva risulta più verde con acini più piccoli.

prosecco vineyards

Questa vigna è stata colpita da grandine circa un mese e mezzo fa. I grappoli della parete esposta ad ovest presentano qualche acino ammaccato. Se le giornate proseguiranno asciutte e fresche come queste ultime tutto si sistemerà per il meglio, gli acini rovinati si seccheranno e non daranno grossi problemi in vendemmia.

La grandine ha “bloccato” la crescita della vegetazione per circa 10 giorni e quindi la vendemmia sarà posticipata rispetto al normale.

Come vedete dalla foto, le femminelle sono state attaccate da peronospora, anche per questo posticiperemo la vendemmia in modo da avere completa maturazione e gradazioni zuccherine soddisfacenti.

Terza tappa: la vigna di Maser.

Anche qui tutto in ordine. Direi che la situazione è assolutamente la stessa della vigna di Monfumo.

Della vigna di Caerano non ve ne voglio parlare. Qui le cose sono più difficili. Vigna colpita duramente da mal dell’esca al punto che stiamo pensando di espiantarne una parte, uva ammaccata per ben 3 volte da grandine, femminelle bruciate dalla peronospora, uva pronta a scoppiare.

Come negli ultimi anni non utilizzeremo l’uva di questa vigna per produrre i nostri vini.

Conclusioni

Tirare le somme di un’annata così complicata è difficile. Siamo ancora in balia delle condizioni meteo, tre o quattro giorni di pioggia intensa potrebbero cambiare le carte in tavola in maniera repentina.

Giornate fresche e soleggiate potrebbero invece portare un poca di tranquillità negli animi di noi vignaioli.

Temperature quasi autunnali preserveranno aromi e acidità. Basti pensare che stamattina 18 agosto ci sono 16 gradi centigradi.

Attendiamo i primi campionamenti di uva per capire dati analitici dell’annata. Dovessi fidarmi del solo assaggio di qualche acino direi che per ora la vendemmia sembra abbastanza distante soprattutto a Monfumo ed in particolare per l’uva “rabbiosa” che ha un’acidità davvero fuori da tutti i canoni.

Vi aggiornerò con un altro post non appena verrà fatto qualche campionamento.

—Luca Ferraro
vignaiolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.