Storia di una potatura

Potatura ProseccoNelle ultime settimane ho passato le mie giornate potando le vigne del nostro Prosecco. La potatura,un lavoro fantastico e solo all’apparenza semplice, la vite è cosa viva, ci mette continuamente alla prova, viti vigorose da controllare e viti deboli da aiutare, ogni singolo ceppo ha la sua storia, e non sempre è semplice capire come comportarsi di fronte a sua maestà. C’è bisogno di esperienza, tanta , forse troppa. Tagliare il tralcio sbagliato, soprattutto su viti vecchie può essere un errore che non si recupera più, un errore che comprometterà per sempre l’equilibrio della pianta. Ecco perché io mi consulto molto spesso con un anziano (o quasi) che abita poco distante dai vigneti di Cornuda. Non servono telefonini, basta chiamare Alfiero a voce alta e lui dall’altra collina arriva dopo qualche minuto cavalcando un landini che usava già da ragazzo.

In realtà oggi non volevo parlare dei miei vigneti ma dei vecchi e saggi contadini che non vengono più ascoltati, la storia delle nostre terre è dentro di loro e nessuno vuole più farsela raccontare.  E qui nasce la scuola di potatura, si avete capito bene, una scuola di potatura. Un controsenso, come può un dottore conoscere un terreno di Asolo o uno di marsala, come può sapere in che modo si comportano le centinaia di varietà diverse di uve?

Ditemi che ne pensate perché io vedo un mondo che va alla rovescia!